Πάν

"Il Grande Pan è morto" 

 

 

Io non ti fo vergogna, o padre; chè io son musico, e so sonar la siringa molto bravamente.
Bacco non può far nulla senza di me, e mi ha fatto suo compagno ed agitatore del tirso, ed io gli guido i balli.
Se tu vedessi le greggie mie, quante ne ho in Arcadia e sul Partenio, ne saresti assai lieto.
Io sono signore in tutta Arcadia. Ultimamente porsi un grande aiuto agli Ateniesi, e combattei con tanto
valore a Maratona, che in premio mi diedero una spelonca sotto la cittadella. Se talora vieni in Atene,
vi udirai chi è Pane